Qualche sedia omerica

  Da qualche settimana sono immersa nel flusso di parole dell’Odissea grazie all’accessibile traduzione di Maria Grazia Ciani per Marsilio. Leggo da kindle nei frammenti liberi della giornata, senza l’incubo di ricordarmi i dettagli e i nomi e, letteralmente, nuoto in quelle atmosfere come non ho mai fatto prima. È un piacere, un vero piacere che spero…

Pubblicità