Eugenio, stai attento con l’ascia!

Eugenio, ti vedi più la sedia su cui gli altri possono sedere  o alla ricerca della sedia su cui sederti? “Sono sempre la sedia su cui gli altri si possono sedere, ovvio. Io entro in una stanza, diciamo che c’è una festa, e taaaac, eccone uno subito che si siede su di me. E comincia…

Pubblicità

Le sedie pellerossa

Un posto silenzioso, verde, rilassante per davvero.  Quando sono tornata a casa la prima volta, con le mie solite foto bislacche, mi sono accorta che avevo forse portato a casa le immagini giuste per descrivere questo luogo, dove ci siamo visti  offrire una sedia dopo neanche tre minuti che eravamo sbucati dal buio del tardo…

Storie abbozzate

Measachair ha fili virtuali e fili reali. Certe storie anche se non sai o non vuoi raccontarle finisce che le devi almeno abbozzare. Che giá cosí sono qualcosa. Oggi la butto lí. Ha molti fili, molti spunti, raccoglie tante storie e non ne racconta nessuna.Tempo fa ci siamo chieste Il caffè, si prende in piedi…

Fuori stagione

C’é l’alta stagione, quella in cui tutte fuori solo se perfette. La bassa stagione: qualcuna, un po’ malmessa, scappa al controllo e sta tra le altre, ben tollerata ma solo per stanchezza.E poi c’é il fuori stagione! É una festa! É l’anarchia! Si ammucchiano, si sfasciano, fanno le capriole e perdono i pezzi. Quando le guardi, se ne stanno lí immobili! Sono…

Quando la banda passò

foto di Roberto Oliva Non gli era mai successo. Che vergogna.Giuseppe suonava nella banda del paese da quarantanni. Memoria storica, collante, rispettato: era un vero e proprio simbolo, una certezza quanto il mare e la collina. Alcuni erano invecchiati con lui, pochi a dire il vero perché tra famiglia e lavoro i più mollavano l’impegno,…

Divanabile

Domenico Gnoli Sognavano un Frau in pelle quand’erano ancora vorreimanonposso. Durò pochissimo quel periodo, giusto un paio di sabati in Brianza e qualche decina di preventivi. L’aspettativa s’abbassò rapidamente verso un Minotti in stoffa, ma anche lì si deglutiva piano di fronte al venditore con la giacca buona, che si muoveva sicuro nel capannone tutto…

La sedia-casa

La casa della cameretta, La casa del bagno, La casa della sedia… Corrono indifferenti le auto sugli stradoni, ignorando le insegne dozzinali. Chi si ferma, lo fa per obbligo. Non credo che nessuno entri mai in quei capannoni prefabbricati per curiosità e tantomeno per passione, e se avete certe perversioni per favore non confessatemelo, voglio…

Passaggi

ph. di Ella Ruth Cowperthwaiteintervistata qui Ci sono storie di sedie che forse sono accadute davvero. Come questa, messa insieme alla veloce con una manciata di ragazzi in macchina, di sera, nella nebbia. Fratelli, colleghi, amici, sono variamente relazionati tra di loro e sono silenziosi. … e voglio un pensiero superficiale  che renda la pelle splendida……

Fiesta siesta y revolucion

Passo per Firenze deserta per via dei mondiali di ciclismo. I viali sono vuoti e ci si cammina in mezzo, indolenti. Torno sui miei passi e scatto. Che quell’immagine mi ricorda che le sedie dormono in piedi, come dice Hikmet, ma mi fa soprattutto pensare a chi lo sa quali cospirazioni, come se sotto a…