C’era una cinese, un flauto, un parrocchetto

Nutrie, papere, pesci, tartarughe, aironi. Credevo di aver visto tutto al Parco Sempione, mi mancava solo il parrocchetto. Ne avevo anche sentito parlare, quest’inverno, ma se ne dicono tante. E ne succedono talmente tante di cose incredibili in questo mondo,  per lo più violenze e strazi senza fine, ne succedono troppe e siamo tutti affaticati…

Accelerato piano

Saul Steinberg sosteneva che “viaggiando in autobus, se si riesce a sedere nella prima fila, si gode della vista ideale, la più rara e più nobile, la vista dell’uomo a cavallo“. Ma sull’accelerato delle 14.15, che parte da un punto imprecisato della pianura padana e termina in un capolinea a caso di una linea metropolitana…

Dialoghi

– Senti ma… – Eh. – Ma cos’ha il mondo in questo periodo? Succede tutto ora? – Sarà la crisi. – Dici? – Mah. È quello che dicono tutti. – È che mi sento osservata. – Oh, capirai… Oggi tu, domani un divano. Non montarti la testa. – Tutta questa attenzione… Mi sono messa l’abito…

La sedia del capotreno (di Katia Mazzoni)

Ne ho percorsi chilometri nella mia carriera: centinaia in corridoi di vagoni e migliaia sui binari di decine di linee ferroviarie. Ho parlato con ennemila viaggiatori e vidimato altrettanti biglietti, multato passeggeri e altri risparmiati (ma questo non si può dire), calmierato alterchi, sedato risse, litigato, sorriso, urlato,  pregato, pianto persino. Mi hanno insultato e…

Clizia nel ’34 (Montale)

Mi era sfuggito che nella progettazione della famosa chaise longue che si attribuisce sempre troppo frettolosamente a Le Corbusier ci fosse il pensiero di una donna. E che donna, Charlotte Perriand!. Non mi sfugge, invece, quanto questo tipo di seduta possa prestarsi ad atteggiamenti teatrali, stilosi o goffi secondo la persona accomodata e la sensibilità dell’osservatore. Perché…

La storia dell’ExpoSong raccontata da Isabella Musacchia attraverso 5 sedie

Isa l’ho conosciuta un anno fa. C’erano il Salone del Mobile, il FuoriSalone, gli eventi, tutto come in questi giorni. C’era Milano, che va sempre osservata con attenzione per poterci vivere bene. Isabella Musacchia è autrice del blog OnaliM (Milano al contrario) e della canzone ExpoSong, composta insieme a Pablo Ciallella. La canzone, Pablo, Isa… anche loro sono…