Giorgio Gaber, L’attesa

No, non muovetevi c’è un’aria stranamente tesa c’è un gran bisogno di silenzio siamo come in attesa. No, non parlatemi bisognerebbe ritrovare le giuste solitudini stare in silenzio ad ascoltare. L’attesa è una suspense elementare è un antico idioma che non sai decifrare è un’irrequietezza misteriosa e anonima è una curiosità dell’anima. E l’uomo in…

Pubblicità