Ai minimi termini

 

 

Buona fine della settimana, che siano giorni ai minimi termini con la libertà di essere quelli che si è nei propri tratti essenziali. Che si fa presto a osannare la sintesi*, poi però è molto più comodo ricoprirsi di tappezzeria (o diventarlo).
Lei – qui sotto – per esempio è un po’ sedia, ma non troppo. E’ in attesa ma pronta a volare sulla sua scopa. Sedia stregata o più semplicemente magica, perché non importa il mezzo ma l’uso che se ne fa…

1

Grazie a Roberto Alfredo Oliva per l’immagine

 

* Un buon esercizio di sintesi leggera è scrivere haiku, avete mai provato?

 

Annunci

Un pensiero su “Ai minimi termini

  1. Pingback: Il mio paese non esiste – Una mostra fotografica di Roberto Alfredo Oliva (fino al 30/8/2015) | measachair

I commenti sono chiusi.