Fuori stagione

C’é l’alta stagione, quella in cui tutte fuori solo se perfette. La bassa stagione: qualcuna, un po’ malmessa, scappa al controllo e sta tra le altre, ben tollerata ma solo per stanchezza.

E poi c’é il fuori stagione! É una festa! É l’anarchia!


Si ammucchiano, si sfasciano,
fanno le capriole e perdono i pezzi.


Quando le guardi, se ne stanno lí immobili! 
Sono un po’ come quei bambini che senti urlare e scalmanarsi nella stanza accanto ma quando ti affacci per sgridarli li vedi fermi e zitti, gli occhi al cielo e le guance sbaffate di marmellata e allora ti viene solo da ridere.

Alla loro età se ne vanno in giro
a fare chi lo sa che cosa.



Ma é proprio questo il fatto.
É il fuori stagione, é uscito il sole e ormai lo hanno imparato, hanno una lunga esperienza di vita: una giornata cosí bisogna godersela tutta. 

Come si fa a disfarsi di tanta saggezza. Certa vecchiaia va tenuta tutta. 

Annunci

Un pensiero su “Fuori stagione

I commenti sono chiusi.