Fiesta siesta y revolucion

Passo per Firenze deserta per via dei mondiali di ciclismo. I viali sono vuoti e ci si cammina in mezzo, indolenti. Torno sui miei passi e scatto. Che quell’immagine mi ricorda che le sedie dormono in piedi, come dice Hikmet, ma mi fa soprattutto pensare a chi lo sa quali cospirazioni, come se sotto a quel cappuccio, nascoste, a far capannello, quelle sedie si raccontassero segreti, tramassero una rivoluzione, ordissero un complotto. La città vuota aiuta la fantasia, senza dover schivare il traffico si ha tempo di dedicarsi alle sedie carbonare.

Annunci