Nidomondo, scultura di Luca Matti

Il nido avvolge, protegge e separa. E’ come una supersedia, tonda, è la sedia primaria. Per questo troverete sempre sedie e nidi in questo blog. Troverete, soprattutto, i nidi degli amici, che ci accolgono e ci nutrono. Questo è il Nidomondo di Luca Matti, per esempio. 

Citiamo dal sito della Galleria Frittelli:

“(…) un’immagine del paradosso del XXI secolo.
L’intreccio di tubi di polietilene disegna la geografia fisica e politica del mondo in cui non esistono più confini e divisioni tra le nazioni, superati dal flusso continuo di impulsi e segnali che rimbalzano da un punto all’altro del pianeta.
La comunicazione sempre e ovunque. L’unione dello spazio e del tempo.
Una mitologia contemporanea che innesca il meccanismo opposto: la socialità diventa isolamento, la rete diventa nido.”

Il Nidomondo di Luca Matti si inaugura il 10 maggio, chi è di Firenze può andare a vederlo e tutti gli altri possono fare un luuuuuuuuuuuungo giro e passarci davanti per caso…


Info:

Annunci

2 pensieri su “Nidomondo, scultura di Luca Matti

  1. Mi piacciono i nidi. Sono caldi e proteggono come ventri, sono case tra radici, scrigni.
    Ognuno ha tanti nidi, ma uno solo per casa. Credo.
    Raffaella

I commenti sono chiusi.