Di sedie, di loghi e di bistro(t)

Il sito Abduzeedo ha raccolto qui alcuni loghi che “lavorano” sull’idea di sedia. 
Ne riporto uno e, a proposito di bistot (o bistro, come scritto qui sotto), cito wikipedia scegliendo l’etimologia russa del termine:

La leggenda metropolitana farebbe derivare il nome dei piccoli locali parigini dal russo bistro, che significa “rapidamente”, (in cirillico: быстро).
Al tempo dell’occupazione russa di Parigi (1814 – 1818) i soldati russi, che non avevano il diritto di bere alcolici, temevano di essere sorpresi dagli ufficiali, quindi dicevano spesso bouistro, bouistro, “rapidamente, rapidamente!”.
Un’altra interpretazione si basa sul fatto che, essendo i soldati russi gli occupanti, malvisti, di Parigi, i camerieri servivano loro da bere molto lentamente e i soldati irritati gridavano allora bistro bistro ovvero: быстро быстро.

Successivamente il bistrot è diventato luogo di molte conversazioni, parecchi sfaccendati, arte varia, tanta vita e molto altro, fino a diventare un modello di ristorazione dagli stilemi ben precisi. Non frequento bistrot e passo oltre.
Mi resta quell’immagine di soldati che bevono il cicchetto in piedi o in punta di sedia, pronti alla fuga, scomodissimi e scontenti. Un po’ come me in alcune pause pranzo senz’anima. E mi chiedo: sono in guerra? Uhm.

(grazie a gionlenon per la segnalazione del link)

Annunci