La sediolina

Oh la sediolina dell’asilo! Come lei ce ne sono altre sparse in tutto l’asilo. Oggetti vecchissimi, segnati e strapazzati dall’uso. Ha una gran storia alle spalle, centinaia di culini rotondi e rosa vi si sono appoggiati per allacciarsi le scarpe, disegnare o per stare in punizione “a riflettere”. Al primo impatto, vengono su le parole Piccola, giovane, tutta da formare. Ma poi il filo si perde e l’immagine della sediolina resta lì, sola e muta, come imbronciata. Eh sì, le mancano solo i boccoli e l’aria incazzata della cinquenne che urla Io ti dò tutte le spiegazioni ma tu non capisci lo stesso!!! Ed è bellissima e spassosa ma tremendamente seria e da prendere in considerazione. E gli occhi cambiano e guardandola meglio, quella seggiolina, viene fuori la frase Oh, così piccola e così vissuta!! Che lei, sebbene piccola, è seggiolina in tutto e per tutto. Proprio come la cinquenne, che ha tutto il suo mondo, ha cose dentro che non le son state infilate come riempire di terra un vaso, non è la tavoletta di cera su cui gli antichi pensavano di poter scrivere la personalità adulta. No. Lei è già in tutto e per tutto seggiolina, completa. Non le mancano i pezzi, anche se sono ancora piccoli. Ha gambette a misura, ma le ha. Le sue meline antistress si son posate sulla seggiolina tante volte che quando un giorno sarà grande, magari mamma, se dovesse rivedere questa foto ne ricorderebbe esatta la consistenza. 

Annunci

6 pensieri su “La sediolina

I commenti sono chiusi.