Connecting Cultures, le sedie e il Design/prêt à porter

Connecting Cultures è un’agenzia di ricerca non profit con sede a Milano. Lavora sul territorio insieme ad artisti, architetti, performers con obiettivi interdisciplinari e interculturali mirati a (cito dal sito) “favorire una consapevolezza collettiva delle risorse e delle potenzialità del locale, offrire opportunità per scambi interculturali, progettare e realizzare nuove ecologie urbane, agire da catalizzatori verso un cambiamento e un futuro sostenibili”.

Li seguo da un po’, da lontano, per mancanza di tempo. Giorni fa mi sono imbattuta nella promozione di questo workshop in tema con il nostro blog. Diffondo l’informazione e spero che qualcuno tra i nostri lettori possa partecipare ed eventualmente, poi, raccontarci l’esperienza.

Si tratta di un workshop a cura di Massimo Cutini, finalizzato alla realizzazione di un oggetto utilizzando materiali di scarto e agendo nella tripla prospettiva arte-design-moda

L’idea è ispirata al progetto di Martino Gamper “100 sedie in 100 giorni”, in cui l’artista ha reinventato l’idea della seduta, assemblando liberamente componenti di vecchie sedie trovate lungo le strade di Londra e accumulate per più di due anni.

I workshop si terranno a Milano, il 18 Ottobre e il 22 Novembre 2012, dalle 16.00 alle 20.00.
La partecipazione è gratuita ed è aperta a tutti, senza limiti di età, professione o formazione. E’ richiesta una certa esperienza ed abilità manuale. Ogni partecipante dovrà portare da casa la sedia che intende rivestire, mentre materiali e attrezzatura saranno forniti. E’ prevista a partecipazione di n. 10 persone per ciascuna giornata.
Per partecipare

*tutte le informazioni sulla pagina dedicata del sito di Connecting Cultures

*Inviare la richiesta per partecipare all’indirizzo info@connectingcultures.info specificando nell’oggetto “Richiesta di partecipazione a design/prêt à porter” entro e non oltre il 16 ottobre 2012.
Allegare un breve cv ed un portfolio relativo alle attività svolte. Indicare la preferenza di data.


contatti: Connecting Cultures
Annunci