La sedia V., il sud al nord

immagine da qui

Quanto era bella.
Lo è ancora, non ci rinuncia all’opulenza meridionale dei capelli lunghi e mossi. Troppo lunghi per la sua età e tinti di nero – ora – sempre forti, sciolti. La pelle tiene. Abbastanza. Il fisico anche, le proporzioni, i gesti. Tutto in ordine. La voglia di imparare, quella è una novità piacevole.
Lui no, lui si è sfasciato. Proprio fuori di testa, non è vero che la differenza di età non conta. Eccome se conta, poi. “Ti faccio compagnia in negozio” – le dice. E invece la fa ammattire e la mette in imbarazzo con i pochi clienti.
E le due figlie stronze che fanno finta di non vedere.

Accavalla le gambe, si guarda le decoltè classiche, si sistema la sciarpa a disegni cachemire e legge di archeologia in Calabria. Speriamo che oggi entri qualcuno, maledetta crisi.

SDD

Troveremo in futuro 
la sedia V. in un trojaio de ladoratrice qui su measachair
chi può dirlo…
Annunci