L’incomunicabilità (o anche "a Sara")

L’incomunicabilità

Lei per me è sempre O., perché sono un’anatra del web e soffro l’imprinting del nickname. Ma O. in realtà è Sara. Non ci siamo incontrate mai, ancora. Colpa delle distanze, dei tempi stretti, dei lavori precari. Sara è bella, e non lo sa, ma io lo so. È fragile, forte, confusa. Vive lontana e sola e qualche volta riusciamo a scriverci. Io leggo e poi rileggo per dare la cadenza a certe frasi senza punteggiatura che son venute fuori di getto, spontanee. Scrive di getto Sara, con la passione con cui balla il tango.

Ladoratrice

Annunci